NOSTRA SIGNORA DI MESUMUNDU

Conosciuta anche come Nostra Signora di Mesumundu, fu consacrata il 13 maggio 1162 dal vescovo Atone di Castro, come attesta una pergamena rinvenuta sotto l'altare durante lavori di restauro, con una crocetta d'argento contenente alcune reliquie. L'anno successivo fu donata ai monaci Camaldolesi, insieme alle vicine chiese di San Giorgio Analetto e San Saturnino di Usolvisi, che attualmente si trova in territorio di Bultei. Il tempio compare nell'elenco delle chiese rurali del territorio, stilato nel 1795 in un promemoria del Consiglio Comunale di Ozieri ed anche lo storico Angius la segnalò, senza specificarne il titolo, indicando che nelle vicinanze del villaggio si trovava una chiesa di antichissima costruzione nella quale si celebravano due feste annuali, il terzo giorno di Pentecoste e l'otto settembre
L'edificio, che poggia su un basamento in pietra vulcanica, è realizzato con blocchi giallastri di arenaria molto ben lavorati; purtroppo la facciata attuale è una liscia parete coperta con uno strato di cemento, in seguito al maldestro restauro operato nel 1977, che ha cancellato la fronte originaria, conferendole un aspetto anonimo ed insignificante. In asse col portale a doppio battente ed architravato, si staglia il campaniletto a vela con minuscola preziosa campana che risale al 1237. L'unica aula, con copertura a capriate lignee, si conclude con un'abside sulla quale si apre una monofora; altre aperture sulla fascia alta dei fianchi, tre per parte, a rischiarare lievemente la sala, che conserva una statua lignea del XVII secolo raffigurante San Francesco d'Assisi oltre alla copia del simulacro della titolare, il cui originale, del XVI, è custodito nella parrocchiale. L'ingresso laterale è ricavato sul lato destro, spostato verso il presbiterio è sormontato da una lunetta con arco modanato, per metà deteriorato


TROVI LA SCHEDA COMPLETA NELLA GUIDA ALLE CHIESE CAMPESTRI MEDIOEVALI DELLA SARDEGNA, VOLUME I - ordinala qui 


La festa
L'ultima domenica di maggio, a conclusione del mese mariano. Una messa viene celebrata, l’otto settembre, per Santa Maria Bambina ed una anche il 4 ottobre, in onore di San Francesco d’Assisi


Come si raggiunge
Ben visibile lungo la strada per Bultei, dista meno di 1 km da Anela - vedi la chiesa nella mappa


Per saperne di più
wikipedia   -   sttan   -   sardegna cultura   -