SAN LUCA EVANGELISTA 

Il merito di poter oggi annoverare tra i vari monumenti storici di Quartu anche la chiesa di Su Forti, più nota come il Fortino di San Luca, va ai primi abitanti del Margine Rosso e a padre Leonardo Pisano che, evitandone la demolizione, lo hanno ristrutturato e, adibendolo anche a chiesa, ne hanno fatto la radice storica della comunità parrocchiale di San Luca. Secondo alcuni Su Forti, sorto forse sui resti di un nuraghe, era di dimensioni più ridotte. La parte triangolare potrebbe essere, per ananolgia con alte postazioni fortificate del XII secolo, quella più antica; ad essa si sarebbe aggiunto, intorno al XVII secolo, il settore rettangolare. Secondo altri invece, la struttura fu edificata nei primi anni dell'800 per volontà del Genio Militare, come fortino di avvistamento in difesa della zona che, per la ricchezza dei terreni e le potenzialità economiche, era sempre stata oggetto di incursioni nemiche. Fu proprio durante l'incursione dei Francesi (1793) che ci si rese conto della poca validità difensiva delle torri già esistenti sin dal 1500, quelle di Foxi, Carcangiolas, Bocca di Rivo, Pohuet. Si decise pertanto, d'individuare nuovi siti da fortificare. Uno di questi fu la zona del Margine Arrubiu dove il capitano Copson richiese la costruzione di un fortino: "Su Forti", appunto. Il fortino fu usato anche durante le guerre mondiali e, nell'intervallo fra queste, dalla Guardia di Finanza come sede di avvistamento dei contrabbandieri.
Dopo la seconda Guerra Mondiale il fortino cadde in stato di abbandono: sin dagli anni '50 fu adibito ad ovile e negli anni '70 era ormai ridotto ad un rudere fatiscente e pericoloso. Il già citato padre Leonardo non rimase insensibile a questa situazione e considerò la possibilità di adibire a luogo di culto Su Forti. La concessione fu firmata il 16 ottobre 1973 ed i lavori di restauro, a totale carico degli abitanti della zona, furono talmente celeri che solo un anno dopo, il 2 dicembre 1974, mons. Bonfiglioli inaugurava la nuova chiesa.

Notizie dall'opuscolo della manifestazione "Monumenti Aperti"


La festa
Si svolge nella nuova parrocchia, il 18 ottobre
In questa chiesa tutti i giovedì si celebra l'Adorazione Eucaristica, in inverno alle 18 ed in estate alle 19

Come si raggiunge
Dalla chiesetta di San Forzorio, tornare alla rotonda e svoltare a sinistra sulla provinciale n. 15. Percorrere 800 metri e seguire le segnalazioni sulla destra 

Per saperne di più
flumini blog   -