SANT'ANDREA 

L'edificio venne costruito intorno al XIII-XV secolo, forse sui ruderi di un tempio pagano del quale si conservano ancora oggi alcuni rocchi di colonna. L'impianto originario venne concepito secondo gli schemi propri dello stile "gotico-sardo-catalano", costituito da muri perimetrali e dai contrafforti dei prospetti laterali in pietre appena abbozzate e legate con malta. Nel Seicento subì aggiunte e rifacimenti.
La facciata, appartenente al primo impianto, termina con una cornice coronata da merli dentati ed è sormontata da un piccolo campanile. Tra i contrafforti del prospetto laterale destro sono stati costituiti la sacrestia e gli ambienti che si utilizzano per le feste; sempre sullo stesso lato, è ricavata una piccola loggia dalla quale si accede all'ingresso secondario. L'interno è costituito da una spaziosa navata rettangolare con dieci pilastri in muratura che si allargano verso l'alto a sostegno delle capriate su cui poggia la copertura. Nella chiesa sono presenti diversi elementi architettonici tardo-romani, tra cui una base di colonna su cui è sovrapposto un capitello corinzio, usato come acquasantiera, provenienti forse da un edificio preesistente. altri arredi sono: un pulpito Ligneo e le statue di S.Andrea, S.Giovanni Battista e S.Antonio da Padova.
Recentemente la piazza antistante la chiesa è stata attrezzata a verde pubblico, così da facilitarne la fruizione all'intera popolazione.

La festa
il 30 novembre giorno liturgico. Alle 10,30 processione intorno alla chiesa e santa messa

Come si raggiunge
Dalla rotonda che collega il Poetto alla Statale 554, procedere in direzione Villasimius per 4,5 km. La chiesa è segnalata sulla sinistra

Notizie dall'opuscolo della manifestazione "Monumenti Aperti"

Per saperne di più
comune quartu s.elena   -   nuraghe diana   -   chiese quartu   -