SANTA MARIA DI TANIGA

Attualmente in stato di abbandono, risulta antistante la chiesa gotica di San Giacomo e sembra che  sorga  sulle rovine dell’antichissimo monastero di cassinese di Santa Maria  affiliato all’Abbazia di Tergu, ricordata in numerosi documenti sin dal 1122. La struttura settecentesca,  ad orientamento ovest-est  risulta attualmente in un fondo privato ed in stato di totale abbandono.
La facciata  ha nella parte superiore  un fastigio ricurvo con oculo reniforme con volute  a sviluppo interno sormontato da  un campanile a vela con luce ovale e coronamento piatto; le lesene angolari modanate  e raccordate  alla base da doppia membratura aggettante, in cima  alle quali erano presenti due acroteri a birilli purtroppo trafugati.
L’ordine inferiore  è movimentato da  lesene lievemente aggettanti intervallate da modanature  ed inquadrato dalla cornice marcapiano. Il portale rettangolare  è all’interno di un motivo trabeato simile a quello della facciata e ravvivato da una bicromia di cui si possono osservare ancora delle tracce. Due sedili in muratura  ora  distrutti,  erano posti alla base del prospetto. L’aula è mononavata  con pavimento in cotto  ed abside trapezoidale  inclinata verso il basso ed occupata da un altare in arenaria  con base piastrellata,  rivestito con decorazioni policrome in stucco. Nel riquadro perimetrale  vi sono dei sedili in muratura . Il tetto è in incannicciato  rivestito in tegole  a doppia falda rinforzata da diaframmi poggiati su semipilastri  con capitelli a fascia su cui oggi poggia  una  grossa trave metallica posta  trasversalmente  alla navata  ed inserita nelle murature.

Scheda a cura di Costantino Dettori, appassionato di storia medievale

Come si raggiunge
Si trova dietro il presidio sanitario San Camillo. Da Sassari prendere la Statale 200 in direzione Sorso e Sennori e poco prima dell’ospedale, svoltare seguendo l’indicazione per San Giacomo ed imboccare Via Padre Costantino Deville. Se si arriva con il mezzo pubblico, attraversare l’ospedale ed uscire dall’ingresso sul retro. Dirimpetto a Santa Maria c’è la chiesa di San Giacomo.